islam fuschiniLa potenza di una religione

tra falsi miti e luoghi comuni da sfatare.

E la nostra debolezza

 

Quando si discuteva della Costituzione europea, una corrente di pensiero sollecitava l’introduzione nella Carta costituzionale di un riferimento alle “radici ebraico-cristiane dell’Europa”. Era uno sproposito perché le radici culturali dell’Europa traggono le loro linfe da tre strati, non da uno solo.
Il più profondo è quello greco-romano, politeista, ignorato nella discussione surreale di quegli anni. Da quello strato attingono i fondamenti delle leggi, la filosofia, la letteratura, le arti, l’architettura, che hanno segnato la storia europea. Averlo ignorato è autentica idiozia.
Il secondo strato è quello cristiano, dopo la grande cesura che si verificò col crollo dell’Impero Romano. Le chiese, i monasteri, i riti, i costumi, le ricorrenze religiose, sono la testimonianza visibile dello spessore di quello strato. Ci furono in esso influenze ebraiche ma anche arabe, quindi musulmane. L’Islam è Europa, è anche Europa. La cultura araba dei grandi centri di studi della Spagna e della Sicilia nel Medioevo, con le sue elaborazioni scientifiche, le sue produzioni letterarie e con la traduzione di testi della grande filosofia greca, ha trasmesso all’Occidente lo spirito che, insieme con altri contributi, ha preparato il terreno a quel Rinascimento che ha fondato l’epoca moderna; è Europa se pensiamo ai rapporti complessi, conflittuali ma anche di scambio fecondo, sempre intercorsi fra l’Europa cristiana e il mondo arabo. Con i turchi fu prevalente l’aspetto conflittuale, ma dalla presenza turca prese origine un insediamento musulmano nell’Europa balcanica, tuttora attivo e addirittura maggioritario in alcune aree della regione. La moschea è un elemento del paesaggio architettonico europeo, in Spagna da 1.300 anni, nei Balcani da mezzo millennio.
Il terzo strato, più recente e superficiale ma oggi più influente, è quello della cultura laica introdotta dall’Illuminismo, coi suoi corollari di positivismo, relativismo storicistico, psicologismo e sociologismo.
Queste sono le radici culturali dell’Europa. Ridurle a ebraismo e cristianesimo è una forzatura propagandistica.

 

 

Sommario

Perché

Le fonti della religione musulmana

Per una lettura del Corano con gli occhi dell’Occidente

99 Nomi

Non dire “uff”

Il periclytos

Dalle tenebre alla luce

Segni per chi cerca il vero

La questione ebraica

La questione cristiana

Una coppia di tutte le cose

La questione scientifica

I mondi

Scuotere la palma

I riti

La pazienza

La carità

Monti come nubi

In spazi aperti. Qui e ora

Politica e religione

Islam ed economia

Per il fico e l’ulivo

La donna

Il codice penale

Il fanatismo

Un punto chiave

Il cosiddetto islam moderato

Risponde chi ascolta

Se il mare fosse inchiostro

Gli -ismi

Una prima sintesi

Conclusioni

Riferimenti bibliografici essenziali

 

 

 

Qui sotto per acquistare la versione Amazon per Kindle:

 

 

 

Luciano Fuschini è nato a Ravenna, dove abita tuttora dopo avervi insegnato letteratura italiana e storia in istituti secondari superiori. Dopo una militanza giovanile nel Partito Comunista, ha progressivamente preso le distanze da quell’esperienza storica e da quell’ideologia. Dirige il blog di Movimento Zero, “Il Giornale del Ribelle”.
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com