parole_fuschiniTra mistificazione e utilizzi scorretti,

con la complicità di media 

e “intellettuali” embedded.

 

Il primo dovere dei cosiddetti opinion’s makers, quelli che un tempo erano definiti “gli intellettuali”, sarebbe di usare il linguaggio in modo rigoroso, chiarendone i significati e depurandolo delle deformazioni che gli interessi dei diversi gruppi sociali e l’uso improprio dei parlanti vi hanno apportato.
Di fatto i suddetti formatori dell’opinione pubblica si comportano in modo esattamente opposto. Sono proprio loro i responsabili dell’uso distorto delle parole a fini propagandistici. Lo fanno in modo sistematico e pienamente consapevole. Lo fanno nell’interesse dei gruppi di potere o dei partiti dei quali si sono messi al servizio.
Queste operazioni truffaldine sul linguaggio, importantissime perché decisive nell’orientare l’opinione pubblica, vengono effettuate a tutti i livelli espressivi, nella pubblicità come nella terminologia culturale, nel linguaggio verbale come in quell’altra forma di comunicazione che è l’iconografica, il linguaggio delle immagini, siano esse foto, video o rappresentazioni con intenti artistici o pseudo tali.

 

Sommario

Perché

Le parole dal significato ambiguo

Libertà

Democrazia

Dittatura e totalitarismo

Progressista, conservatore

Moderati ed estremisti

Cinque R: radicale, riformista, rivoluzionario, ribelle, reazionario

Popolare, populista

La lingua: altre tecniche di mistificazione

Eufemismi

Espressioni per iniziati

Linguaggio connotato emotivamente

Parole composte, coniate in seguito alla pratica dei compromessi

Destra e Sinistra

È proprio così?

Conclusioni

Riferimenti bibliografici essenziali

 

 

Qui sotto per acquistare la versione Amazon per Kindle:

 

Luciano Fuschini è nato a Ravenna, dove abita tuttora dopo avervi insegnato letteratura italiana e storia in istituti secondari superiori. Dopo una militanza giovanile nel Partito Comunista, ha progressivamente preso le distanze da quell’esperienza storica e da quell’ideologia. Dirige il blog di Movimento Zero, “Il Giornale del Ribelle”.
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com